SOLARE IN PROMO

Spedizioni in regalo sopra 60€ | pagamenti sicuri

Carrello

Il tuo carrello è vuoto

Continua lo shopping

PANCIONE E SENO: COSA SUCCEDE DURANTE E DOPO LA GRAVIDANZA, E COME PRENDERSENE CURA

by Sara Di Benedetto |

Durante la gravidanza e dopo la nascita di un bambino, si prepara a nascere, e poi nasce, anche una mamma che ha bisogno di cure e attenzioni.

Spesso ci si focalizza sulla nuova vita pensando di non avere altro tempo da dedicare a se stessi, ma non serve molto per prendersi cura di sé. È sufficiente ritagliarsi un momento per una routine semplice, veloce ed efficace.

In questo periodo di cambiamenti e trasformazioni fisiche, è possibile che la pelle perda tonicità soprattutto su pancia, fianchi e seno, provocando la comparsa di smagliature e forme un po’ più morbide.

Non esistono creme miracolose per ringiovanire, e l’unico segreto per conservare un corpo giovane tutta la vita sarebbe non invecchiare mai. In realtà, il decorso della vita stessa ha un effetto sul nostro corpo. L’età, la perdita o l’aumento di peso, la gravidanza, la gravità e anche l’allattamento: tutto questo incide sull’aspetto del corpo.

 

Durante la gravidanza, tutto cambia forma e volume.

 

Il seno si ingrossa preparandosi all’allattamento, i capezzoli e le aureole tendono a scurirsi e a volte si allargano. La pancia cresce.

Qualche giorno dopo il parto avviene la cosiddetta montata lattea, il seno risulta più pieno e pesante proprio perché inizia a produrre latte. A distanza circa di due settimane dal parto, il seno si assesta e torna alla dimensione che aveva durante la gravidanza e resta più o meno invariato fino a quando non si smette di allattare per iniziare la fase dello svezzamento.

Anche la pancia segue un assestamento dopo il parto e piano piano si sgonfia. Alcuni tornano al peso corporeo pre gravidanza, altri conservano qualche chilo in più. 

Se è vero che il processo fisiologico dell’invecchiamento è inarrestabile, ci sono però alcune sane abitudini che certamente migliorano l'elasticità della pelle e la forma del corpo. 

Ne abbiamo individuate tre sulla base della nostra personale esperienza e da quanto impariamo dalla scienza ogni giorno:

  1. alimentazione sana e bilanciata;
  2. esercizio fisico costante;
  3. Cura del corpo e mente prima, durante e dopo la gravidanza.

 

Ma qual'è la beauty routine migliore, ideale anche in periodi così delicati e importanti? Quali sono le caratteristiche da ricercare e le applicazioni suggerite?

 

  • Durante la gravidanza, si suggerisce di applicare su pancia e seno l’olio di cocco, la mattina e la sera, con movimenti circolari fino all’assorbimento totale, anche sulla pelle umida dopo la doccia o il bagno. L’effetto ammorbidente ed elasticizzante dell’olio svolge un’azione preventiva sulle smagliature nelle zone trattate, e allevia il prurito tipico della pelle in tensione sul ventre e senoÈ un massaggio molto piacevole sia per la futura mamma che per il piccolo in grembo, e si può continuare ad effettuare anche dopo il parto.

 

  • Durante l’allattamento, l’olio di cocco, purificante e disinfettante naturale oltreché fluido nutriente ed emolliente, si prende delicatamente cura del seno. Si consiglia di applicarlo la mattina e la sera, anche sui capezzoli, per detergere questa zona molto sollecitata, senza aggredire la pelle ma ammorbidendo gentilmente; ad inizio allattamento, si suggerisce un'applicazione più frequente, anche ad ogni poppata, per lenire le irritazioni ed i bruciori, e prevenire possibili ragadi.

 

Fondamentale è scegliere un olio di cocco 100% naturale, non raffinato, ricco di vitamina E e acido laurico (lo sai che questo componente si trova anche nel latte materno?) che possa garantire proprietà ammorbidenti, lenitive, elasticizzanti, nutrienti ed antimicrobiche.

Insomma, l'olio di cocco puro si prende cura dei bimbi ma anche delle mamme. Una mamma morbida e coccolata è una mamma più felice.

E la felicità è una forma di bellezza.

[Se pensi che l'olio di cocco Coccoon possa fare parte anche della tua routine quotidiana, puoi acquistarlo qui].